logo sisv

login

nome

password

ESCURSIONE DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI SCIENZA DELLA VEGETAZIONE

Gli Ambienti costieri della Sicilia meridionale - 14/18 aprile 2010

a cura di P. Minissale, S. Sciandrello (Univ. di Catania), L. Scuderi (Univ. di Palermo), G. Spampinato (Univ. “Mediterranea” di Reggio Calabria)

comitato organizzatore

Torre di Vendicari. Comitato organizzatore. 14 Aprile 2010

L’annuale escursione sociale della Società Italiana di Scienza della Vegetazione si è svolta dal 14 al 18 aprile 2010 in Sicilia e ha interessato gli ambienti costieri della costa meridionale.

All’escursione, organizzata da Pietro Minissale, Saverio Sciandrello (Università di Catania), Leonardo Scuderi (Università di Palermo) e Giovanni Spampinato (Università “Mediterranea” di Reggio Calabria), hanno aderito in 32, oltre agli organizzatori, tra soci e simpatizzanti, provenienti da varie regioni italiane.

In particolare hanno partecipato: Alicia Acosta (Università di Roma 3), Edoardo Biondi (Università Politecnica delle Marche), Giuseppe Bonanno (Università di Catania), Salvatore Brullo (Università di Catania), Emanuela Carli (Università di Roma "La Sapienza"), Giuseppe Caruso (Catanzaro Lido), Lina Collodetto (Sacile - PN), Console Carlo (L'Aquila - Corpo Forestale), Riccardo Copiz (Università di Roma "La Sapienza"), Severino Costalonga (Sacile - PN), Emanuele Costanzo (Catania), Dario Cusimano (Università di Palermo), Maurizio Cutini (Università di Roma 3), Pasquale Cuttonaro (Università di Palermo), Emanuela Perinelli (Roma), Simonetta Fascetti (Università della Basilicata), Rossella Filigheddu (Università di Sassari), Anna Rita Frattaroli (Università dell'Aquila), Gabriele Giacalone (Università di Catania), Lorenzo Gianguzzi (Università di Palermo), Daniela Gigante (Università di Perugia), Gianluca Crapisi (Università di Palermo), Flavia Landucci (Università di Perugia), Loredana Palermo (Università di Catania), Sofia Parente (Roma), Enrico Perrino (Bari), Stefania Pisanu (Università di Sassari), Francesca Pretto (Università di Roma "La Sapienza"), Pilar Soriano (Università di Valencia), Salvatore Stanganelli (Università di Catania), Valeria Tomaselli (CNR Bari), Laura Zavattero (Università di Roma "La Sapienza").

Scala dei turchi (AG). 15 Aprile 2010

Scala dei turchi (AG). 15 Aprile 2010

L’opuscolo guida dell’itinerario

L’opuscolo guida dell’itinerario, a cura degli organizzatori, è richiedibile a: Bonanno Editore

L’escursione, in considerazione della vastità e della diversità del territorio, si è svolta in 5 giorni, ed è stata articolata in due periodi: il primo di 3 giorni, a cui hanno aderito tutti gli escursionisti, e il secondo di 2 giorni per il quale sono rimasti circa tre quarti dei partecipanti. L’itinerario è stato scelto in modo da potere analizzare la diversità di ambienti che caratterizza la fascia costiera della Sicilia meridionale partendo da Vendicari sulla costa sud-orientale e arrivando fino alla costa trapanese.

Gli escursionisti si sono riuniti a Catania il 13 aprile e in serata è stata fatta la presentazione dell’escursione presso il Dipartimento di Botanica dell’Università di Catania.

L’indomani ha avuto inizio ufficialmente l’escursione, per raggiungere in pullman come prima meta la riserva “Oasi di Vendicari” (Noto - SR). Dopo una breve sosta presso il “Centro per la conservazione del Germoplasma” dell’Azienda Regionale Foreste Demaniali, ente gestore della riserva, sono state analizzate le garighe del Chamaeropo-Sarcopoterietum spinosi, la vegetazione dei pantani salmastri costieri della classe Sarcocornietea fruticosae e Saginetea maritimae e le cenosi dei complessi dunali (Ammophiletea, Juniperion turbinatae). Nel pomeriggio il gruppo ha visitato i Pantani Cuba e Longarini soffermandosi in particolare sulla vegetazione alofila palustre (Sarcocornietea fruticosae, Juncetea maritimae). In serata si è giunti a Gela alle Case Aldisio dei Salesiani.

Il 15 aprile si è svolta la visita alla riserva “Biviere di Gela” e dopo un incontro al centro visite con il personale della riserva, si è analizzata la vegetazione igrofila e palustre (Nerio-Tamaricetea, Phragmito- Magnocaricetea). Si è proseguito quindi per il vicino SIC di “Torre Manfria e Poggio Arena” dove notevole sviluppo ha la vegetazione psammofila (Ammophiletea, Oleo-Ceratonion, Alkanno-Maresion nanae). Nel pomeriggio l’escursione ha interessato l’area costiera di “Scala dei Turchi” (Realmonte) con esempi di vegetazione alo-nitrofila (Pegano-Salsoletea) e in serata si è arrivati a Siculiana Marina presso l’Hotel Sole Mediterraneo.

Il 16 aprile 2010 si è svolta la visita alla riserva “Torre Salsa” accompagnati dal personale della Riserva. Sono state analizzate la vegetazione psammofila, la macchia, le garighe e le praterie steppiche.

Nel pomeriggio si è svolta la visita ai campi da golf “Verdura International Golf & Spa Resort” (Ribera) finalizzata ad analizzare gli interventi di rinaturazione con specie autoctone. Si è proseguito quindi per Menfi dove si è pernottato presso il Baglio San Vincenzo.

Il 17 aprile gli escursionisti hanno visitato Selinunte, e le attigue dune di Trascina; particolare attenzione è stata dedicata alla dinamica di colonizzazione dei resti della città da parte della macchia del Pistacio lentisci- Chamaeropetum humilis. Nel pomeriggio l’escursione ha interessato l’Isola Grande facente parte della Riserva “Isole dello Stagnone di Marsala”, caratterizzata da numerosi esempi di vegetazione alofila (Sarcocornietea fruticosae, Saginetea maritimae) e psammofila (Ammophiletea). Oggetto di discussione è stata in particolare la vegetazione effimera presente nelle pozze temporanee (Isoeto-Nanojuncetea); dopo la traversata in barca dello Stagnone pernottamento a Marsala all’Hotel Villa Favorita.

Domenica 18 aprile 2010 si è effettuata la visita del museo del sale alla riserva naturale “Saline di Trapani”; il maltempo non ha consentito di effettuare la sosta a Monte Cofano; ma dal pullman è stato osservato il tratto costiero da Trapani a Cornino vicino Custonaci, interessato dalla macchia a palma nana e dal Limonietum bocconei. Nel pomeriggio si è fatto ritorno a Catania passando dall’aeroporto di Palermo.

Unanime è stata la considerazione fatta dai partecipanti sulle peculiarità naturalistiche e paesaggistiche dei litorali siciliani, sulla diversità e sulla ricchezza fitocenotica che caratterizzano la vegetazione costiera dell’isola.

Un ringraziamento, per la collaborazione e/o il supporto logistico fornito, va ai seguenti enti e istituzioni:
Dipartimento di Botanica – Università di Catania
Dipartimento di Colture Arboree – Università di Palermo
Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali
Riserva Naturale Regionale Orientata “Biviere di Gela”
Riserva Naturale Regionale Orientata Isole dello Stagnone di Marsala
Riserva Naturale Orientata “Monte Cofano”
Riserva Naturale Orientata “Oasi Faunistica di Vendicari”
Riserva Naturale Regionale Orientata “Torre Salsa”
Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani
Verdura International Golf & Spa Resort

Cartina